Cerca
Cerca
Close this search box.

“The experiment” di Oliver Hirschbiegel


Guarda alcune clip

Per studiare le reazioni umane alle imposizioni e alla prigionia un gruppo di scienziati organizza un esperimento in un finto penitenziario. Sceglie venti uomini, di cui 8 saranno le guardie e 12 i detenuti e promette 4000 marchi di premio a ciascuno.
Ma l’esperimento non arriverà alla fine dei 15 giorni previsti: l’eccessiva dose di potere farà compiere al gruppo di secondini azioni crudeli e vendicative suscitando la ribellione dei detenuti. In poco meno di cinque giorni la situazione degenererà irrimediabilmente concludendosi in vera tragedia.Straordinaria analisi del genere umano e delle sue animalesche reazioni alle imposizioni e agli abusi, con tanto di claustrofobica ambientazione.
Perduta l’identità e chiamati con un numero i prigionieri tentano di considerare tutto come un gioco, e sebbene in principio le guardie seguano quella scia di divertimento, si fanno quasi immediatamente coinvolgere dal potere che posseggono.
In realtà è piuttosto triste e anche un pò sconvolgente rendersi conto quanto spesso sia repressa la violenza di alcuni e di quanto sia praticamente impossibile gestirla nel momento in cui esce fuori incontrollata. Tutta la forza della vicenda è sottolineata dalla regia netta ed essenziale di Hirschbiegel, capace di creare vera e propria angoscia nello spettatore, catapultandolo a forza dalla poltrona alle sbarre di quella prigione, finta solo in apparenza. Un film crudele che evidenzia tragicamente la totale mancanza del senso di giustizia nell’uomo, vinto spesso e volentieri dal desiderio istintivo, e perciò invicibile, di esercitare il potere sugli altri.

Valeria Chiari

// Cerca
// Articoli recenti
// Categorie